Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Reumabase.it

Semaglutide una volta a settimana negli adolescenti con obesità


Una volta a settimana, una dose di 2.4 mg di Semaglutide ( Wegovy ) per via sottocutanea, un agonista del recettore del peptide-1 glucagone-simile ( GLP-1 ), viene utilizzata per trattare l'obesità negli adulti, ma manca la valutazione del farmaco negli adolescenti.

In uno studio in doppio cieco, a gruppi paralleli, randomizzato, controllato con placebo, sono stati arruolati adolescenti ( da 12 a meno di 18 anni di età ) con obesità ( indice di massa corporea [ BMI ] nel 95° percentile o superiore ) o con sovrappeso ( indice BMI nell'85° percentile o superiore ) e almeno una condizione coesistente correlata al peso.

I partecipanti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere Semaglutide per via sottocutanea una volta a settimana alla dose di 2.4 mg oppure placebo per 68 settimane, oltre a interventi sullo stile di vita.

L'endpoint primario era la variazione percentuale dell’indice di massa corporea dal basale alla settimana 68; l'endpoint secondario di conferma era la perdita di peso di almeno il 5% alla settimana 68.

In totale sono stati randomizzati 201 partecipanti e 180 ( 90% ) hanno completato il trattamento. Tutti i partecipanti ad eccezioen di 1, erano obesi.

La variazione media dell’indice di massa corporea dal basale alla settimana 68 è stata di -16.1% con Semaglutide e 0.6% con placebo ( differenza stimata, -16.7 punti percentuali; P minore di 0.001 ).

Alla settimana 68, in totale 95 partecipanti su 131 ( 73% ) nel gruppo Semaglutide hanno avuto una perdita di peso del 5% o più, rispetto a 11 partecipanti su 62 ( 18% ) nel gruppo placebo ( odds ratio stimato, OR=14.0; P minore di 0.001 ).

Le riduzioni del peso corporeo e il miglioramento rispetto ai fattori di rischio cardiometabolico ( circonferenza della vita e livelli di emoglobina glicata, lipidi, tranne il colesterolo da lipoproteine ​​ad alta densità, e alanina aminotransferasi ) sono stati maggiori con Semaglutide rispetto al placebo.

L'incidenza di eventi avversi gastrointestinali è stata maggiore con Semaglutide rispetto al placebo ( 62% vs 42% ).
5 partecipanti ( 4% ) nel gruppo Semaglutide e nessun partecipante nel gruppo placebo soffrivano di colelitiasi.
Eventi avversi gravi sono stati riportati in 15 dei 133 partecipanti ( 11% ) nel gruppo Semaglutide e in 6 dei 67 partecipanti ( 9% ) nel gruppo placebo.

Tra gli adolescenti con obesità, il trattamento una volta a settimana con una dose di 2.4 mg di Semaglutide più l'intervento sullo stile di vita ha portato a una maggiore riduzione dell’indice di massa corporea rispetto al solo intervento sullo stile di vita. ( Xagena2022 )

Weghuber D et al, N Engl J Med 2022; 387: 2245-2257

Endo2022 Pedia2022 Farma2022



Indietro