Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Gastrobase.it

Inibizione dell’assunzione di cibo nei soggetti obesi dopo infusione del peptide YY3-36


La somministrazione di PYY3-36, un frammento dell’ormone intestinale, in soggetti di peso normale , produce una riduzione dell’appetito e dell’assunzione di cibo.

Ricercatori inglesi hanno verificato se l’infusione del peptide YY3-36 avesse un effetto anoressizzante in 12 pazienti obesi.

Ai partecipanti allo studio , 2 ore prima di mangiare , è stata somministrata un’infusione di PYY3-36 . L’assunzione calorica è risultata ridotta del 30% nei pazienti obesi e del 31% nei soggetti magri ( gruppo controllo).

L’effetto dell’infusione di PYY3-36 sull’assunzione calorica è perdurato per 24 ore in entrambi i gruppi.
L’infusione di PYY3-36 ha ridotto i livelli plasmatici dell’ormone stimolante l’appetito, ghrelina.

Nelle persone obese i livelli endogeni di PYY risultavano bassi, suggerendo che la deficienza di PYY potesse contribuire alla patogenesi dell’obesità.

I soggetti obesi inoltre non sembrano instaurare resistenza nei confronti degli effetti anoressizzanti di PYY3-36. ( Xagena2003 )

Batterham RL et al, N Engl J Med 2003 ; 349 :941-948


Farma2003


Indietro